pippohydro.com: e-commerce professionale per elettromeccanica, idraulica, agricoltura e molto altro...

ItalianoEnglishDeutscheRomanesc
I nostri prodotti

Area Utenti

13/12/2018 all 08:29:53
Pregi: Buongiorno per adesso tutto bene,l'inverter ancora lo devo provare poi vi faccio sapere grazie e ...
Difetti:
Voto: 5
11/12/2018 all 20:08:41
Pregi: Tutto perfetto. ...
Difetti:
Voto: 5
11/12/2018 all 18:56:46
Pregi: Spedizione celere Conformità del prodotto ...
Difetti:
Voto: 5
Cerca qui:

prezzi elettropompe inverter presscontrol pressostati accessori raccorderie valvoleassistenza tecnica sche tecniche offerte e promozioni a prezzi imbattibiliprezzi e contatti veloce per ordini rapidi e sicurii migliori prezzi e prodotti di qualità

 

Chiarimenti sulle funzionalità delle stazioni per fognature

 

Dove la naturale pendenza del terreno non consente l'evacuazione per caduta delle acque reflue provenienti da civili abitazioni con semi-cantinati, taverne o  da unità agricole, impianti zootecnici o industiali, è possibile sollevare il refluo mediante l'utilizzo di pompe speciali per liquidi carichi.
 
Per un corretto funzionamento dell'impianto, spesso è necessario provvedere a realizzare piccoli accorgimenti di estrema importanza come l'ausilio di valvole antiriflusso o allarmi; utilizzare più pompe e addirittura dotare l'impianto di gruppo elettrogeno o soccorritore in base alle proprie esigenze.
Pippohydro fornisce  stazioni di sollevamento complete di pompe sommerse per drenaggio e fognature con i relativi accessori per il corretto funzionamento dell'impianto di pompaggio.


 

In questa sezione saranno chiarite le funzionalità e le tipologie degli accessori presenti nelle stazioni di sollevamento per fognature (ad una o due pompe sommerse):

Stazioni di sollevamento per fognature

Funzione del serbatoio- fossa settica
Le stazioni di sollevamento per fognature sono composte da un serbatoio di accumulo del refluo.  La fossa biologica o fossa settica convenzionale è una fognatura di tipo statico, che viene di norma utilizzata nel caso di condomini e gruppi di case isolati e in generale di tutte quelle utenze non servite dalla fognatura dinamica. Tale sistema, raccogliendo e trattando le acque nere (toilette) e grigie (lavabi, ecc.) provenienti dall'utenza, permette di soddisfare le esigenze igieniche senza porre in atto opere di depurazione.

I serbatoi di accumulo sono forniti nelle misure da 100 litri a 10.000litri.Ogni serbatoio deve essere correttamente dimensionato in base alle esigenze dell'impianto. Un serbatoio troppo piccolo aumenta gli start/stop delle pompe in esso collegate, ma un serbatoio troppo grande facilita la solidificazione dei grassi e dei detersivi sui galleggianti di azionamento delle pompe sommerse.

 

Funzione della pompa sommersa e girante
La pompa sommersa è chiaramente un elemento di primaria importanza per dimensionare correttamente l'impianto e la sua scelta va ponderata correttamente. Ogni pompa è  caratterizzata da diversi tipi di girante, che convogliano il refluo nella tubazione. 
La girante è quella componente attraverso cui avviene il passaggio del refluo, e sua la scelta dipende dal tipo di refluo che la pompa deve convogliare.

 

Giranti più utilizzate
La girante a vortice o "vortex" è la più utilizzata in assoluto. Essa è caratterizzata da un basso rendimento idraulico (bassa pressione) che penalizza sopratutto le altezze di lavoro, ma riesce a convogliare acque con corpi solidi in sospensione di diametro elevato. In ordine di utilizzo, è seguita dalla girante monocanale caratterizzata da rendimenti idraulici più elevati; Nei luoghi pubblici e molto frequentati si utilizzano, invece, sovente pompe con dispositivi trituratori. Le pompe trituratrici grazie all'utilizzo di uno speciale triturino posto in aspirazione che dilacera in parti finissime il refluo pompato, montano giranti ad elevato rendimento idraulico e trovano applicazioni ad altezze di lavoro elevate.
Su pippohydro sono mostrate le caratteristiche delle giranti più utilizzate;

 

Funzione della slitta
Il dispositivo slitta serve per estrarre e montare rapidamente le pompe sommerse in esso applicate. E' composto da un basamento premontato all'interno della vasca, collegato tramite raccordi direttamente alla tubazione di mandata della stazione, da una slitta formata da due guide in acciaio inox ancorate alla vasca tramite un supporto di fissaggio, un adattatore avvitato o flangiato alla pompa consente alle pompe sommerse di conformarsi al montaggio su slitta.

 

Funzione della valvola antiriflusso
La valvola antiriflusso è una speciale valvola di non ritorno dotata di una sfera in gomma pesante che, durante il ciclo di funzionamento, si posiziona all'interno di un apposito vano. Le valvole antiriflusso sono esenti da manutenzione periodica, sono comunque ispezionabili grazie a uno sportello tenuto da due (2) viti in acciaio inox;

 

Funzione del galleggiante elettrico integrato nella pompa
Come già detto, il funzionamento base è quello di attivare la pompa sommersa per permettere al refluo di essere sollevato e pompato alla rete fognaria pubblica. In casi rari, quando lo svuotamento della vasca è sporadico, l'utente può azionare manualmente la pompa e aspettare fino allo svuotamento della vasca; ma nella maggior parte delle applicazioni, è necessario che la pompa lavori automaticamente. Per questo motivo le pompe sono dotate di un galleggiante elettrico che la fa azionare quando il livello del refluo sale e la spegne quando il refluo si porta al livello minimo. Le pompe sommerse con galleggiante incorporato sono solitamente quelle monofase 230Vac ma specialmente per piccole potenze impiegate. Esiste anche qualche casa produttrice che realizza pompe sommerse trifase con galleggiante elettrico integarto (vedi BBC e Hydropompe);

 

Perchè si utilizzano galleggianti speciali per fognature?
L'utilizzo di speciali galleggianti per fognature permette di diminuire i tempi di manutenzione della vasca, in quanto sono meno sensibili all'azione dei solidi che normalmente li intaccano. Per la loro conformazione sono chiamati anche "galleggianti a pera" e abbinati ad un quadro elettrico di protezione e gestione delle pompe sommerse, garantiscono l'attivazione e la disattivazione delle pompe sommerse. I tensioattivi presenti nei detersivi in polvere e i grassi presenti in alcuni alimenti, generano all'interno della vasca, la formazione di strati solidi che galleggiano nella superficie del livello del refluo , questi agglomerati tendono a depositarsi e solidificarsi ulteriormente nei galleggianti elettrici che azionano le pompe, possono causare stop o start prolungati nel tempo e far guastare irrimediabilmente le pompe. Per questo motivo, è propedeutico periodicamente, ispezionare le stazioni di sollevamento per fognature, e tramite un getto d'acqua  bisogna rimuovere eventuali agglomerati solidi che si formano all'interno delle vasche, in particolar modo stando attenti a verificare che i galleggianti elettrici siano liberi di muoversi all'interno della vasca.

 

Funzionamento dei galleggianti speciali per fognature negli impianti a una (1) pompa sommersa
Negli impianti a una (1) pompa sommersa, il funzionamento si realizza tramite l'utilizzo di due (2) galleggianti collegati a un quadro elettrico di protezione e gestione della pompa: quando il refluo sale un (1) galleggiante attiva lo start della pompa, quando il refluo si porta al livello minimo, un (1) galleggiante attiva lo stop della pompa;

 

Funzionamento dei galleggianti speciali per fognature negli impianti a due (2) pompe sommerse
Negli impianti a due pompe sommerse, il funzionamento si realizza tramite l'utilizzo di tre (3) galleggianti e un quadro elettrico di protezione che gestisce il funzionamento delle due pompe: quando il refluo sale un (1) galleggiante attiva lo start della pompa; quando il refluo si porta al livello minimo, un (1) galleggiante attiva lo stop della pompa. Si avvia così un ciclo di alternanza di funzionamento tra le due (2) pompe che lavoreranno garantendo un livello di usura pressochè uguale delle stesse. Quando una pompa non funziona o quando non è sufficente a smaltire il refluo in arrivo, il livello sale ulteriormente portandosi a contatto con il galleggiante di emergenza. Il galleggiante di emergenza da il consenso a tutte e due le pompe.

 

Funzionamento dell'allarme negli impianti a una pompa sommersa
Quando il refluo sale oltre il livello di normale funzionamento, tramite un (1) galleggiante si attiva l'allarme di massimo livello, che segnala eventuali anomalie, grazie a un allarme acustico/luminoso, segnalata l'anomalia, si dovrà immediatamente intervenire per ripristinare la funzionalità dell'impianto ;

 

Funzionamento dell'allarme negli impianti a due pompe sommerse: 
Quando il refluo sale oltre il livello di normale funzionamento, tramite un (1) galleggiante si attiva l'allarme di massimo livello che segnala eventuali anomalie, grazie a un allarme acustico/luminoso, segnalata l'anomalia, il refluo continuerà a salire e il galleggiante di emergenza farà avviare la seconda pompa, in questo caso l'allarme segnala che c'è una anomalia in corso però l'impianto continua a funzionare grazie alla seconda elettropompa entrata in funzione, si avrà così più tempo per intervenire a ripristinare il funzionamento dell'impianto;

 

 

 

 

Schemi semplificati degli impianti di sollevamento per fognature

 

Dettagli sulla scelta delle stazioni di sollevamento per fognature